FIBRE E ALIMENTI

Sappiamo tutti quanto siano importanti le fibre per il nostro organismo e più volte ci hanno consigliato di integrarle nella nostra dieta. Il fabbisogno quotidiano, infatti, è di 30g per un adulto. Sappiamo, però cosa sono e quali sono i benefici che apportano al nostro corpo?

Le fibre alimentari sono carboidrati non digeribili e possono essere di due tipi, solubili e insolubili. Le prime creano una massa gelatinosa a contatto con l’acqua. Esse danno senso di sazietà e regolano l’assorbimento di zuccheri e grassi. Le fibre solubili svolgono un’azione depurativa aiutando l’organismo a liberarsi dalle tossine. Anche il livello di glucosio e colesterolo viene tenuto sotto controllo prevenendo così malattie cardiovascolari e diabete. Possiamo trovare le fibre solubili nella frutta, soprattutto nella buccia, nei legumi, nelle patate, nelle carote e nell’avena. Le fibre insolubili si occupano della regolazione delle funzioni intestinali. Esse, infatti, assorbono l’acqua dall’intestino e rendono più facile la depurazione. Sono presenti nei cibi integrali. 

Le fibre alimentari sono una fonte inesauribile di benefici. Oltre a quelli già citati in precedenza esse favoriscono: 

  • il dimagrimento
  • il trascinamento durante il transito intestinale dei cibi con conseguente riduzione di fermentazioni indesiderate 
  • il rallentamento del transito gastrico
  • la riduzione delle sostanze cancerogene e mutagene
  • l’arricchimento della flora intestinale con microorganismi utili
  • l’irrobustimento della parete dell’intero tratto digerente con prevenzione della diverticolosi
  • la prevenzione del cancro del colon e dell’ulcera gastrica
  • la riduzione dell’assimilazione delle calorie ingerite. 

Come possiamo integrare più fibre nella nostra dieta? Basta consumare gli alimenti che più ne sono ricchi e cioè cereali integrali, legumi, mele, pere, prugne, carciofi, carote, finocchi, sedano, cavoli.