LA DIETA VEGANA

Il veganismo è un vero e proprio stile di vita che coinvolge non solo le scelte a tavola, ma ha risvolti importanti anche su quello che si decide di non indossare e, in generale, sulle scelte di vita quotidiana. 

Ma cosa significa essere vegani? Partiamo dalle basi. Il termine indica una persona che ha deciso in modo consapevole di eliminare dalla propria alimentazione quotidiana tutti gli alimenti di origine animale. Un vegano, dunque, non mangia carne e derivati, pesce, latte e derivati, uova, miele.

Molte persone guardano questo tipo di alimentazione con un po’ di timore, considerandola una dieta fatta di privazioni e rinunce potenzialmente pericolose per la salute. In realtà, numerose evidenze scientifiche affermano esattamente il contrario: un’alimentazione vegana varia ed equilibrata non solo è possibile, ma apporta anche numerosi benefici per la salute. A confermarlo, tra gli altri, anche il nostro Ministero della Salute, che nel 2015 ha dato il via libera alle diete a base vegetale, i cui effetti positivi sarebbero da ricondurre al contenimento del peso corporeo ma anche alla maggior presenza di antiossidanti e fibre propria di una dieta ricca di verdura e frutta fresca. 

È il momento di scoprire cosa portare in tavola. Per prima cosa può essere utile stilare una lista della spesa cercando di capire come e con quali alimenti i vegani sostituiscono quelli della tradizione. Importante anche controllare le etichette, nelle quali spesso si nascondono ingredienti di origine animale celati dietro a sigle alfanumeriche poco chiare. I prodotti tipici di questa alimentazione sono: cereali, legumi, frutta, verdura, semi oleosi e frutta secca come base di un’alimentazione 100% vegetale, ai quali si possono aggiungere (in via del tutto opzionale) anche alimenti come seitan, tofu, tempeh e simili.