LATTE E BEAUTY

Ognuno ha i propri segreti di bellezza, ad esempio Cleopatra era famosa per i suoi bagni nel latte. Era l’unica? Crediamo proprio di no! Questo alimento può essere un ottimo alleato per la skincare quotidiana.

Ogni tipo di latte ha la sua funzione. Se avete una pelle secca potete usare quello vaccino ricco di sostanze nutritive. Infatti è usato come base per emulsioni e latti corpo che vi doneranno morbidezza e schiariranno eventuali macchie e discromie.

Il latte d’avena è adatto a pelli sensibili poiché è povero di grassi e proteine. Contiene anche acido folico, fibre, vitamina E, vitamine del gruppo B e oligoelementi. Ha qualità lenitive e perciò è usato in prodotti detergenti per aumentare la tollerabilità cutanea. 

Il latte di mandorla può essere usato per pelli segnate ed è quindi la base di alcuni prodotti antietà. Contiene, infatti, acido oleico e tinoleico, sostanze che forniscono nutrimento ringiovanendo la pelle.

Per pelli stressate il latte di soia è perfetto poiché è un astringente naturale e contrasta brufolini e pori dilatati. In caso di sfoghi acneici è utile passare sul viso un batuffolino imbevuto di questa bevanda vegetale. 

Il latte di cocco è usato per pelli normali. In cosmesi viene usato per la formulazione di creme idratanti ed emollienti, ma anche di maschere e balsami per capelli. Essendo ricco di acido laurico, è considerato un antisettico naturale.

Per ultimo, il latte d’asina è utile come antirughe grazie a vitamine, acidi grassi essenziali, minerali e amminoacidi.