L'IMPORTANZA DELLO SNACK SALUTARE

Si dice che siamo ciò che mangiamo e infatti per condurre uno stile di vita sano è fondamentale avere anche un’alimentazione equilibrata e ricca di alimenti sicuri, controllati e nutrienti. Non bisogna però mangiare solo bene ma anche spesso. I nutrizionisti consigliano di inframezzare la giornata con 5 pasti di cui 2 spuntini.

Quella che nella tradizione popolare ha un’accezione negativa, dunque, nella realtà è un’abitudine che è bene includere nella propria quotidianità. Il consumo di uno spuntino a metà mattina e a metà pomeriggio richiede la giusta attenzione poiché ha molteplici vantaggi per l’organismo. Esso, infatti, spezza la fame ed evita i cali glicemici tra un pasto e l’altro. Frazionare l’apporto di zuccheri durante la giornata aiuta a mantenere costante la concentrazione. Lo snack diventa fondamentale poi, per chi svolge un’attività fisica intensa perché aiuta a ripristinare le riserve di glicogeno e a mantenere integro il tessuto muscolare.

Lo spuntino accompagna la vita dell’individuo con diverse funzionalità. Durante l’età pediatrica esso serve ad abituare il bambino a corrette abitudini alimentari. In età adulta, invece, aiuta a regolare il senso di fame e a bilanciare la secrezione ormonale oltre agli altri benefici accennati più sopra. Per gli anziani, infine, lo snack è importante poiché aiuta a completare una dieta che in questa età è spesso limitata.

Quali sono gli alimenti più adatti a fare merenda? Quelli che favoriscono il senso di sazietà quindi optate per: frutta secca e disidratata, latticini come yogurt naturale o formaggio magro, frutta e verdura, popcorn, barre di goji e cioccolato fondente senza zucchero.