RITI E TENDENZE DEL GELATO

Un mix di gusto, freschezza, soddisfazione e nutrimento rendono il gelato un vera e propria passione che accomuna tutti gli italiani o quasi.

Il gelato, infatti, lo rivela una ricerca IGI-Eurisko piace al 95% della popolazione.

In particolare l’85% degli estimatori lo ama “molto o abbastanza”, il 39% dice di mangiarlo spesso, il 37% qualche volta, mentre solo il 19% se lo concede raramente.

Le qualità del gelato confezionato

Ormai un Italiano su quattro dichiara di consumare solo gelato confezionato. E i fan del gelato industriale di qualità sono allo stesso modo uomini e donne, con punte più alte nelle fasce di età dei più giovani. I consumatori lo scelgono soprattutto per questi motivi:

 

• la facile reperibilità
• la comodità e praticità di consumo
• l’ampiezza dell’offerta di varietà e formati
• la reperibilità nell’arco di tutto l’anno
• la sicurezza
• l’affidabilità
• il gusto garantito
• l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

I gusti preferiti

Le proposte di gusti di gelato sono davvero infinite e ogni stagione si sperimentano nuovi accostamenti, ma alla fine sono i grandi classici ad averla vinta, e infatti i primi quattro gusti di gelato più amati sono:
• il 
cioccolato con il 27% delle preferenze
• la
 nocciola (20%)
• il 
limone (13%)
• la 
fragola (12%)
Seguono 
crema (10%), stracciatella (9%) e pistacchio (8%).
I gusti di crema sembrano essere preferiti ai gusti di frutta visto che il 73% del campione dichiara di scegliere sempre almeno un gusto di crema quando acquista un gelato.

Per gli Italiani il gelato è…

… un mito da gustare con calma (16%)

Il gelato piace molto, rappresenta una vera passione incondizionata. Ogni momento è buono per gustarlo a casa o fuori casa, come dessert, in una pausa pranzo a metà giornata o anche come sostituto del pasto.

un piacere da gustare con voracità (16%)

è soprattutto lo stile dei più giovani, segnato da una relazione con il gelato varia ed esplorativa. Il gelato è, quindi, un piacere sensoriale, si mangia con gusto ed in quantità, senza remore.

sinonimo di casa (18%)

Il gelato è sentito come ‘bontà etica’, se ne valorizza il piacere (da condividere con la famiglia) ed il valore nutritivo per il corpo ma anche per l’anima. Senza esagerare però!

socialità all’insegna dell’allegria
e della convivialità (22%)

Il gelato diventa divertimento, evasione e, perché no, seduzione. Piace ma soprattutto diventa un’occasione per stare in compagnia, quasi un pretesto.

alimento da gustare
per lo più a casa (23%)

L’appeal nei confronti del gelato è debole come anche il consumo. Il gelato è considerato un alimento come un altro, privo di caratteristiche emozionali e di piacere.

un piacere che non fa per noi (5%)

Gelato? No grazie. Ecco i soggetti estranei al mondo del gelato: non lo amano e, quindi, non lo consumano. Rappresentano una quota marginale di individui caratterizzati da un’assenza di coinvolgimento verso questo alimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *